Sab. Mar 2nd, 2024
porta

Può bastare davvero poco per ritrovarsi messi fuori casa in men che non si dica. Un cane che spinge la porta mentre butti la spazzatura, la dimenticanza delle chiavi dentro quando esci per andare a lavoro, una serratura che si rompe, una chiave che si spezza, insomma le ipotesi possono essere infinite. Ma come devi fare quando resti fuori casa? Come si ovvia al problema? Sicuramente il primo pensiero che ti viene se abiti nel torinese è allertare un fabbro Torino. Tuttavia vogliamo ugualmente darti qualche dritta su come comportarti, dal momento che lo stato di agitazione e smarrimento sarà il primo passo che ti sembrerà di voler compiere. Non serve mobilitare una squadra di pompieri per salvarti: si ci saranno dei disagi, ma non è la fine del mondo. Mantieni la calma e cerca di risolvere la questione con massima celerità e tranquillità.

I primi passi da fare per aprire casa

La prima cosa che ti consigliamo di fare è valutare la situazione. Non farti prendere dal panico: è difficile aprire la porta senza chiavi, ma si può fare con il giusto fare. Solo in casi estremi, come vedremo più avanti, puoi rivolgerti ai Vigili del Fuoco (chiamando il 115).

Tieni presente che se c’è un bambino all’interno non serve a niente perdere la calma. Non serve sentirsi male o andare in panico, anzi piuttosto tranquillizza il piccolo che è rimasto dentro che andrà tutto bene. Se hai la possibilità comincia a giocare con la serratura e qualche utensile per provare a sbloccare la porta, ricordando che all’interno della serratura non va messo nulla che possa spezzarsi.

Soluzioni fai da te

Tra le soluzioni fai da te, di certo non ci sono gesti eroici, arrampicate a balconi o camminate in bilico sul muro. In primis reperisci un attrezzo, che possa aiutarti a far leva in sicurezza nella serratura. Usa fermezza e destrezza nei movimenti, ma senza usare forza e violenza. Se hai la possibilità di arrivare alla finestra, cerca di forzarla, chiedendo ad un vicino un cacciavite da poter inserire sotto al vetro (ovviamente facendo attenzione a non graffiare la cornice della finestra). Se si tratta di una porta finestra, non sarà difficile aprirla.

Se devi aprire una serratura a scatto usa il trucco vecchio come il mondo: fai passare la tessera di plastica vicino al cilindro della serratura abbassando la maniglia. Per applicare questa tecnica vanno bene ad esempio le tessere fedeltà dei negozi (anche la carta di credito va bene, ma meglio evitare di rischiare che si spezzi). Appoggia la carta nella parte piccola della serratura e spingila in contemporanea al movimento della maniglia. Se senti lo scatto della serratura, abbassa immediatamente la maniglia che con alto margine di certezza avrai sbloccato la tua porta. Ovviamente tieni presente che hai commesso comunque una specie di forzatura della tua porta, quindi dovresti provvedere in breve tempo a sostituire la serratura appena manomessa.

Usare il martello

Se hai la possibilità di munirti di martello, magari nel mentre attendi il fabbro o se quest’ultimo non può intervenire velocemente, dai due tre colpi fermi e decisi sulla maniglia, per far sì che essa possa cadere e possa giocare tu con maggiore dimestichezza con la serratura per sbloccarla. Questo però comporta una drastica soluzione che può rovinare la tua porta, quindi pensaci bene prima di provarci.

Conclusioni

Tutti i consigli dati, è bene tu sappia, oltre a richiedere molta manualità, potrebbero portarti ad arrecare danni alla porta. Tra l’attesa di un fabbro e l’apertura di una porta è meglio magari che tu non faccia niente, onde evitare di creare spiacevoli sorprese che ti farebbe spendere molto di più dell’intervento di un professionista.